Ferragosto non è capodanno


Ferragosto non è capodanno.
Quindi non serve mandare messaggi di auguri.
Puoi dire "Buon Ferragosto" con lo stesso spirito con cui diresti "Buona Domenica"
Ma non serve fare gli auguri.
Se fai gli auguri poi uno si aspetta il regalo.
Allora cosa mi regali per ferragosto?
Io dico Buon Ferragosto perchè mi fa piacere che le persone a cui voglio bene oggi trascorrano una buona giornata.
Sì, io dico anche "Buongiorno".
E se ti conosco poco al mattino ti saluto con "Salve".
Dicono sia più confidenziale, ma per me non lo è.
Salve è quasi un ciao.
Solo che non siamo amici e probabilmente non abbiamo la stessa età o forse sono io che mi sono svegliata con il piede sbagliata (mi capita spesso)
Fai tu.
Quindi io oggi ti dico solo Buon Ferragosto.
E te lo dico come al mattino ti auguro il Buongiorno o ti dico Buona domenica.
Gli auguri te li faccio al compleanno, a Natale, Pasqua e a Capodanno.
BUON FERRAGOSTO
(oggettivamente ho scritto un post a caxxo)


Le mamme mentono


Se c'è una cosa che ho imparato in questi anni è che le mamme mentono.

Ti dicono che va tutto bene e invece non è così
(che magari il pupo s'è addormentato alle 2 e alle 6 era già sveglio) 

Ti raccontano che vanno in vacanza e poi riescono a stare stese al sole 2 ore in 7 giorni
(e questa me la chiami vacanza?)

Ti dicono che la vita per loro è iniziata adesso
(così per capire ma ti hanno scongelato dopo il parto?)

Ti dicono che non sentono affatto la mancanza delle serate senza figli
(e poi invidiano le giovani coppie)

Ti dicono che non hanno rinunciato a nulla per i figli
(e poi al ristorante le fare avanti e indietro con il passeggino cercando di far addormentare il pupo lagnoso)

Le mamme mentono quando dicono che si sentono bene
(magari hanno la febbre alta)

Le mamme mentono quando raccontano ai bambini che arriverà babbo natale, la fata del dentino e che esiste Jack Frost
(diciamocelo ma chi l'ha mai sentito nominare sto gran figo di Jack Frost???)
(sì, trovo che Jack Frost sia figo al pari di Patterson in Twilight)

Le mamme mentono quando ti dicono che allattare è stupendo
(sì, lo è quando sono piccoli piccoli....al primo morso sul capezzolo vi prenderete a capocciate nel muro per non aver dato il biberon quando erano ancora in ospedale)

Le mamme mentono quando raccontano che con il loro partner non è cambiato nulla
(già il fatto di dover fare sesso sottovoce per non svegliare il pupo mi sembra un bel cambiamento)
(ovvio che devi trovare anche il tempo di fare sesso)

Le mamme mentono quando dicono di essere tristi al lavoro perchè sentono la mancanza dei loro figli
(una volta a casa vi mancherà il lavoro)

Le mamme mentono quando dicono che i loro figli sono degli angeli
(poi li vedi- i loro figli- e scopri che sono piccoli diavoli tali e quali al tuo)

Le mamme raccontano un sacco di bugie.
Se dovesse mai incontrare una mamma che vi dice che al lavoro si riposa, che ha bisogno di uscire con le amiche, che certe volte guarda i suoi figli e si chiede da dove siano arrivati "questi alieni" che girano per casa...non lasciatevela sfuggire.
Potrebbe essere la migliore amica di cui avrete bisogno.

Cose che direi (ma non faccio) a chi aspetta il secondo figlio


Se sei incinta del tuo secondo figlio non continuare a leggere questo post.
Non farlo perchè potrebbe venirti voglia di staccarti la pancia dal corpo e prendere il primo volo per Vattelapesca.
Non continuare a leggere perchè non mi crederesti.
Penserai che sono un'esagerata.
Che non me la so cavare.
O semplicemente che mi lamento per nulla.
No.
Io sono forte.
Costante.
Paziente (e davvero non credevo di esserlo).
Quindi se sei in attesa del tuo secondo figlio non leggere questo post...oppure leggilo perchè così sarai preparata al peggio (tu puoi cadere in piedi).
Che il secondo figlio non sia una passeggiata te ne accorgi dalla gravidanza.
Se alla prima ti sei sentita un semidio sceso in terra, alla seconda gravidanza ti sentirai un povero diavolo.
Stanca, con la faccia grigia, le occhiaie che manco quando ritornavi alle tre tutte le mattine e un altro bambino che vuole le tue attenzioni e di cui devi occuparti.
Il secondo figlio ti farà perdere quelle 6 ore di sonno filate che avevi faticosamente conquistato con il primo.
Il secondo figlio ti ricorderà che la dentizione è il male.
E quando dovrà imparare a camminare ti farà desidera di essere più bassa di almeno 20 cm.
Il secondo figlio ha un caratterino che "te lo raccomando", ma deve conquistare il suo spazio in famiglia e lo farà puntando i piedi manco avesse 15 anni e non 15 mesi.
Il secondo figlio farà ingelosire tremendamente il primo.
E se quest'ultimo non tenterà di ucciderlo, ti rinfaccerà alla prima "bella cosa" negata che pensi solo al più piccolo.
Il secondo figlio è un gran casino.
C'è da dire però...che nel turbinio del "fare bene" le faccine buffe del primo figlio le avevi un po' dimenticate e il secondo di ricorderà che la felicità il più delle volte la ritrovi in una faccina sporca di pappa o in due gambettine piene di ciccia che ti corrono incontro appena apri la porta di casa.


Le cose che porta Agosto


Agosto è l'estate.
Quella per eccellenza.
Agosto è il mese delle città vuote.
Delle occhiaie che sei davvero troppo stanco dopo 11 mesi passati a correre.
Di serate che vorresti non dormire mai.
Di giornate che il tramonto arriva sempre troppo presto.
Agosto è il mese del "vediamoci prima partire".
Delle serate in cui brindi alle vacanze, anche se non sono le tue.
Agosto porta l'euforia.
La speranza che l'estate più bella della tua vita non l'hai ancora vissuta.
Agosto sono i 31 giorni prima che la vita ritorni uguale a prima.
Agosto è il mese del "rivediamoci quando torniamo" e poi non ti rivedi mai.
Agosto è il mese in cui prepari i bagagli e lasci i problemi di tutti i giorni a casa.
Agosto è il mese che al ritorno casa tua ti sembrerà grande e bellissima (anche se vivi in 50 mq).
Agosto è il mese delle promesse.
Di quelle che a settembre cambio vita e forse poi non lo fai.
Agosto è l'unico mese in cui i rimpianti trovano posto dentro di te.
Di quelli che "potrei vivere in pareo tutta la vita"...
....poi il primo settembre indossi il tuo solito tailleur!


Le luci nelle case degli altri

Le luci nelle case degli altri sono diverse dalle luci che ci sono in casa mia.
Altre vite.
Altre storie.
A volte mi incanto a guardale.
A volte passo davanti una casa al piano rialzato e mi concedo uno sguardo fugace.
Non conosco nessuno delle case che guardo.
Non conosco il loro viso.
Il suona della loro voce.
Dai balconi capisco chi è che ci abita.
Se hanno bambini oppure no.
Mi incuriosce la vita degli altri.
Chissà che routine hanno.
Cosa prepareranno per cena.
Chissà se Lui al rientro avrà una sorpresa per Lei o se rientrando ci sarà un bambino a corrergli incontro per un abbraccio.
Chissà che lavoro fanno...che quelle luci ogni sera si spengono sempre alla stessa ora.
Chissà se stanno andando a letto arrabbiati.
Se faranno l'amore o se canteranno canzoncine della buonanotte fino allo sfinimento (dei genitori ovvio, mica dei bambini!)
Chissà che vita c'è illuminata da quelle luci.
Le luci nelle case degli altri sono storie che non esistono perchè me le invento io.
Sono come una serata passata a leggere un buon libro
Forse sono quelle serate che a volte vorrei io o da cui scapparei senza passare per il via.
E chissà...se c'è qualcuno che guarda le luci di casa mia chiedendosi che vita c'è dentro casa...

AddThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...